Discussione Gli Animalnazisti

  1. #1
    Tiziana79
    Guest

    Predefinito Gli Animalnazisti

    Gli animalnazisti è un acategoria di persone da me ribattezzata in questo modo perchè si definiscono animalisti, avedo però dei comportamenti hitleriani nei confronti di tutti quelli che non sono come loro.

    Premetto subito una cosa: nonostante non abbia mai amato particolarmente gli animali( anzi, da piccola ero l’unica bambina che non andava in brodo di giuggiole per loro) li rispetto in quanto esseri viventi molto spesso meglio di certi umani! Sono contenta che ora la legge punisca anche chi maltratta gli animali perché oltretutto ritengo che tali persone siano potenzialmente pericolose anche per l’uomo.
    Detto questo, gli animalisti in cui mi sono imbattuta nel corso della mia esistenza ( e non sono pochi, almeno a parole) hanno spesso avuto, davanti alla mia scarsa propensione a baciare un cane, trattarlo come un bambino rivolgendosi a lui con paroline come “bubi bubi bib bii bu!Amore di mamma, di zia ecc”( ricordate nel film SENTI CHI PARLA la scena dove la nonna parla così la nipotino e questo pensa: “ma che?!E’ scema questa?!”), farsi saltare addosso o leccare, reazioni a dir poco hitleriane. Non esagero: mi sono sentita dare,nei casi più soft, della stronza, insensibile, incapace di amare, che non rispetta gli animali e addirittura una volta mi hanno detto che sono una “serial killer”visto che mangio carne…mi fermo qui perché ce ne sarebbero ancora di più! E questo mi è successo non solo da adulta, ma anche da bambina: una per tutti, una signora che abitava nel mio palazzo siccome avevo paura di tutti i cani, anche di quelli piccoli, prima mi sfotteva, poi ha cominciato tutte le volte che mi vedeva ad aizzarmi contro il cane, ridendo quando io scappavo piangendo disperata, fino a quando un bel giorno mio padre la prese per le orecchie dandogli letteralmente una strigliata, da allora non fece più nulla se non guardami in cagnesco tutte le volte che mi vedeva.
    Ora io mi dico: ma che ci posso fare se non ho la passione per gli animali, mi devo ammazzare? A parte che credo di rispettare più io gli animali di quelli che dicono di amarli, e poi tengono conigli nella gabbietta, cani grossi su balconi piccolissimi o chiusi in casa tutto il giorno perché loro vanno a lavorare ( e i poveri cani guaiscono tutto il giorno che strappano davvero il cuore, oltre che infastidire i vicini…), pitoni o animali esotici in appartamenti, e che magari comprano il cucciolo perché carino e tenero, e poi alla prima difficoltà o alla prima vacanza lo abbandonano in strada, rendendolo oltretutto un pericolo per gli automobilisti, visto che il povero animale stanco, ferito, assetato e disorientato vaga per le strade senza controllo sbucando all’improvviso sulla rotta degli automobilisti, che spesso per evitarlo vanno fuori strada. Io almeno ammetto il mio limite, ammetto che la responsabilità di curare un animale che ti lega-visto che se devi partire spesso non sai dove metterlo, oppure lo devi portare fuori tutte le volte a fare pipì anche quando piove a dirotto o con qualsiasi tempo- per me è troppo grossa, io non ce la farei di sicuro,mi stuferebbe subito.Ammettendo il mio limite non faccio false ipocrisie ed evito di farmi carico di un essere vivente che,nel momento in cui entra in una casa, ha tutti i dritti di essere trattato come tale, osservando anche le sue esigenze e tenendone conto( sento molti dire”vabbè, tanto è un cane…”:ma guardati te, che sei più bestia di lui!).
    Oltre a ciò c’è spesso il problema igiene: il più comune e sotto gli occhi di tutti è quello della cacca dei cani per le strade. Ogni volta che ci si lamenta c’è sempre l’animalnazista che insorge sdegnato: “e allora?!non è colpa dei cani poverini, se gli scappa!!”.E’ vero, testina di vitello, non è certo colpa del povero cane se il padrone cretino non si arma di paletta e sacchetto e lascia lì il “prodotto”(ma a casa sua farà così?!); non per questo però devo per forza dire “che bello!”quando vedo una cacca sul marciapiede!E perchè quando vadoa casa di qualcuno che ha il cane spesso devo essere costretta a farmi sbausciare dal cane che mi lecca gambe e piedi anche se mi fa schifo, e se lo faccio notare mi fanno passare per una "sinforosa"?

    che ne pensate di questo tipo di persone?rientrate nella categoria?

  2. #2
    L'avatar di Svartborg New Entry Gp

    Registrato dal
    Dec 2007
    residenza
    M
    Messaggi
    305

    Predefinito

    Prima di tutto avviso: in questo angolo di forum preparati ad essere letteralmente bombardata di offese da questa categoria di persone


    Vediamo un po'... ritengo che le persone che trattano i propri animali come figli non fanno altro che creare abomini, perchè antropomorfizzano l'animale, senza tener conto che questo ha una testa diversa, ha esigenze diverse e....semplicemente non è una persona. Esempio: un cane se trattato da cane (e questo non vuol dire male) diventerà un cane ideale, quello che la gente si aspetterebbe. Un cane straviziato e addestrato male sarà un cane con dei problemi a interagire con gli altri animali e con le stesse persone, diventando pericoloso, specialmente se è un cane grosso.

    Riguardo agli esotici sono d'accordo solo in parte...io ho studiato i rettili e ti posso dire che in un terrario adeguato non soffrono minimamente...anzi se trattati nella maniera corretta la loro aspettativa di vita si triplica rispetto alla vita in natura.

    Disclaimer: adesso non veniamo a raccontarci cazzate sul fatto della vita libera...nessuno di voi sa minimamente come si svolge la vita di un serpente in natura quindi zitti tutti.

    Riguardo il tuo caso: cane o non cane io avrei denunciato la signora senza troppi problemi, senza neanche rivolgerle la parola o metyterle le mani addosso.
    Il discorso dei cani sbuscianti: vedi il discorso sopra sull'addestramente, ma se quello è il modo di comunicare del cane e ne vuoi avere uno dovrai conviverci...mal che vada dopo aver giocato col cane vai a farti una doccia

  3. #3
    L'avatar di _The_Fra_ New Entry Gp

    Registrato dal
    Feb 2007
    residenza
    Femmina
    Messaggi
    470

    Predefinito

    Premetto che io ho una forte passione per gli animali, sono vegetariana da 2 anni, ho un cane e faccio la volontaria al canile, sono contraria a pellicce e a prodotti testati su di loro.
    Detto questo la mia risposta è : no, non faccio parte della categoria che tu menzioni.
    Non mi interessa se ad una persona non piacciono gli animali, posso capire benissimo che qualcuno non ami avere una cane che le salta addosso o che le sbava addosso, insomma non tutti gradiscono..
    Io sono totalmente il contrario di te, mi faccio sleccazzare dai cani senza problemi (chiaramente con i dovuti limiti!) e non ho problemi a tirare su la loro cacca, non mi dispiace portarmi a spasso la mia cagnetta e dedico con piacere alcune ore del week end al canile della mia città piuttosto che girare per negozi, ma capisco benissimo che ci sono persone che non sono disposte a fare ciò ma preferiscono dedicare il loro tempo e le loro energia ed altre attività.
    Soprattutto non rompo le scatole a chi mangia carne, che è una cosa che odio nei vegetariani fanatici: per me chiunque può mangiare ciò che vuole, poi se mi chiedono spiegazioni sulla mia scelta le do volentieri, ma fino a quel momento non mi permetterò mai di dire "Che schifo, hai un cadavere nel piatto!".
    Certo, c'è gente a cui piace provocare ed in quel caso non sto certo zitta, anzi difendo la mia scelta a costo di litigare..ma sono casi rari e capitano solo con persone decisamente infelici e annoiate, che hanno voglia di criticare gli altri.
    Devo dire che ti ammiro perchè a differenza di altre persone, nonostante non ti piacciano gli animali si sente che porti loro rispetto, e questa secondo me è la cosa più importante.
    Poi giustamente come dici tu, di gente che dice di amarli e poi dimostra tutti il contrario ce n'è a bizzeffe...

  4. #4
    Tiziana79
    Guest

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Svartborg Visualizza il messaggio
    Prima di tutto avviso: in questo angolo di forum preparati ad essere letteralmente bombardata di offese da questa categoria di persone


    Vediamo un po'... ritengo che le persone che trattano i propri animali come figli non fanno altro che creare abomini, perchè antropomorfizzano l'animale, senza tener conto che questo ha una testa diversa, ha esigenze diverse e....semplicemente non è una persona. Esempio: un cane se trattato da cane (e questo non vuol dire male) diventerà un cane ideale, quello che la gente si aspetterebbe. Un cane straviziato e addestrato male sarà un cane con dei problemi a interagire con gli altri animali e con le stesse persone, diventando pericoloso, specialmente se è un cane grosso.

    Riguardo agli esotici sono d'accordo solo in parte...io ho studiato i rettili e ti posso dire che in un terrario adeguato non soffrono minimamente...anzi se trattati nella maniera corretta la loro aspettativa di vita si triplica rispetto alla vita in natura.

    Disclaimer: adesso non veniamo a raccontarci cazzate sul fatto della vita libera...nessuno di voi sa minimamente come si svolge la vita di un serpente in natura quindi zitti tutti.

    Riguardo il tuo caso: cane o non cane io avrei denunciato la signora senza troppi problemi, senza neanche rivolgerle la parola o metyterle le mani addosso.
    Il discorso dei cani sbuscianti: vedi il discorso sopra sull'addestramente, ma se quello è il modo di comunicare del cane e ne vuoi avere uno dovrai conviverci...mal che vada dopo aver giocato col cane vai a farti una doccia
    no, non volgio avere cani, il topic l'ho aperto proprio per vedere cosa è che spinge gli amanti degli animali a trattare coem cacche delle persone solo perchè invece non li volgiono.

  5. #5
    New Entry Gp

    Registrato dal
    Jul 2007
    Messaggi
    175

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da _The_Fra_ Visualizza il messaggio
    Premetto che io ho una forte passione per gli animali, sono vegetariana da 2 anni, ho un cane e faccio la volontaria al canile, sono contraria a pellicce e a prodotti testati su di loro.
    Detto questo la mia risposta è : no, non faccio parte della categoria che tu menzioni.
    Non mi interessa se ad una persona non piacciono gli animali, posso capire benissimo che qualcuno non ami avere una cane che le salta addosso o che le sbava addosso, insomma non tutti gradiscono..
    Io sono totalmente il contrario di te, mi faccio sleccazzare dai cani senza problemi (chiaramente con i dovuti limiti!) e non ho problemi a tirare su la loro cacca, non mi dispiace portarmi a spasso la mia cagnetta e dedico con piacere alcune ore del week end al canile della mia città piuttosto che girare per negozi, ma capisco benissimo che ci sono persone che non sono disposte a fare ciò ma preferiscono dedicare il loro tempo e le loro energia ed altre attività.
    Soprattutto non rompo le scatole a chi mangia carne, che è una cosa che odio nei vegetariani fanatici: per me chiunque può mangiare ciò che vuole, poi se mi chiedono spiegazioni sulla mia scelta le do volentieri, ma fino a quel momento non mi permetterò mai di dire "Che schifo, hai un cadavere nel piatto!".
    Certo, c'è gente a cui piace provocare ed in quel caso non sto certo zitta, anzi difendo la mia scelta a costo di litigare..ma sono casi rari e capitano solo con persone decisamente infelici e annoiate, che hanno voglia di criticare gli altri.
    Devo dire che ti ammiro perchè a differenza di altre persone, nonostante non ti piacciano gli animali si sente che porti loro rispetto, e questa secondo me è la cosa più importante.
    Poi giustamente come dici tu, di gente che dice di amarli e poi dimostra tutti il contrario ce n'è a bizzeffe...
    mmmmh io non so se appartengo al genere o no... anch'io fin da piccola impazzivo per qualunque animale,una volta al circo(ovviamente ora non vado più),ho chiesto a una tipa di entrare nella gabbia delle tigri (ed ero già grandicella,avevo 8 anni!)...quando finalmente a 15 ho avuto un cane inutile dire che lo amo come se fosse veramente un figlio,però quando vedo le signore coi loro cagnetti in braccio che gli fanno "e ciughiciughiciughi....piccinino....pucci!" mi fanno pena/ridere...
    però non ne faccio una colpa a chi non ama farsi leccare,saltare addosso e tutto,soprattutto se ha paura e non schifo,perchè è una cosa istintiva,nonb ci si può far niente....
    la cosa che però odio detesto e non sopporto sono i cosiddetti "animalisti" che poi magari appunto tengono gli uccellini in gabbia,pitoni in teca,pesci in acquario etc...e più di tutti quelli che impazziscono per cani e gatti,definiscono crudeli e incivili le popolazioni che li mangiano,e non esitano poi a ingozzarsi di carne di maiale,mucca e pollo,come se non fossero anche loro animali con sentimenti! oppure gli animalisti che poi hanno il giubbotto,le scarpe,il divano,l'interno della macchina,in pelle!
    un minimo di coerenza,insomma!

  6. #6
    Tiziana79
    Guest

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da banshee Visualizza il messaggio
    mmmmh io non so se appartengo al genere o no... anch'io fin da piccola impazzivo per qualunque animale,una volta al circo(ovviamente ora non vado più),ho chiesto a una tipa di entrare nella gabbia delle tigri (ed ero già grandicella,avevo 8 anni!)...quando finalmente a 15 ho avuto un cane inutile dire che lo amo come se fosse veramente un figlio,però quando vedo le signore coi loro cagnetti in braccio che gli fanno "e ciughiciughiciughi....piccinino....pucci!" mi fanno pena/ridere...
    però non ne faccio una colpa a chi non ama farsi leccare,saltare addosso e tutto,soprattutto se ha paura e non schifo,perchè è una cosa istintiva,nonb ci si può far niente....
    la cosa che però odio detesto e non sopporto sono i cosiddetti "animalisti" che poi magari appunto tengono gli uccellini in gabbia,pitoni in teca,pesci in acquario etc...e più di tutti quelli che impazziscono per cani e gatti,definiscono crudeli e incivili le popolazioni che li mangiano,e non esitano poi a ingozzarsi di carne di maiale,mucca e pollo,come se non fossero anche loro animali con sentimenti! oppure gli animalisti che poi hanno il giubbotto,le scarpe,il divano,l'interno della macchina,in pelle!
    un minimo di coerenza,insomma!
    anche a me non frega nulla di quelli che si fanno slinguazzare dal cane, mi danno fastidio quando cominciano a pretendere che gli altri accettino questo trattamento dai loro animali!

  7. #7
    New Entry Gp

    Registrato dal
    Jul 2007
    Messaggi
    175

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Tiziana79 Visualizza il messaggio
    anche a me non frega nulla di quelli che si fanno slinguazzare dal cane, mi danno fastidio quando cominciano a pretendere che gli altri accettino questo trattamento dai loro animali!
    eheh io l'ho imparato con mia mamma,che è sempre stata terrorizzata dai cani,fin da piccola...e quando andavo io anche da alani enormi a fargli le coccole lei moriva d'infarto
    però poi quando ho portato in casa il mio,cucciolo,ci si è così affezionata che ci parla,si lascia leccare le mani,lo coccola,lo prende in braccio,gli vuole quasi più bene di me,e ogni tanto mentre lo coccola dice "eeeeeh se me l'avessero detto sei anni fa che avrei fatto così per un cane,non ci avrei mai creduto!"...

  8. #8
    New Entry Gp

    Registrato dal
    Jul 2007
    Messaggi
    42

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Tiziana79 Visualizza il messaggio
    Gli animalnazisti è un acategoria di persone da me ribattezzata in questo modo perchè si definiscono animalisti, avedo però dei comportamenti hitleriani nei confronti di tutti quelli che non sono come loro.

    Premetto subito una cosa: nonostante non abbia mai amato particolarmente gli animali( anzi, da piccola ero l’unica bambina che non andava in brodo di giuggiole per loro) li rispetto in quanto esseri viventi molto spesso meglio di certi umani! Sono contenta che ora la legge punisca anche chi maltratta gli animali perché oltretutto ritengo che tali persone siano potenzialmente pericolose anche per l’uomo.
    Detto questo, gli animalisti in cui mi sono imbattuta nel corso della mia esistenza ( e non sono pochi, almeno a parole) hanno spesso avuto, davanti alla mia scarsa propensione a baciare un cane, trattarlo come un bambino rivolgendosi a lui con paroline come “bubi bubi bib bii bu!Amore di mamma, di zia ecc”( ricordate nel film SENTI CHI PARLA la scena dove la nonna parla così la nipotino e questo pensa: “ma che?!E’ scema questa?!”), farsi saltare addosso o leccare, reazioni a dir poco hitleriane. Non esagero: mi sono sentita dare,nei casi più soft, della stronza, insensibile, incapace di amare, che non rispetta gli animali e addirittura una volta mi hanno detto che sono una “serial killer”visto che mangio carne…mi fermo qui perché ce ne sarebbero ancora di più! E questo mi è successo non solo da adulta, ma anche da bambina: una per tutti, una signora che abitava nel mio palazzo siccome avevo paura di tutti i cani, anche di quelli piccoli, prima mi sfotteva, poi ha cominciato tutte le volte che mi vedeva ad aizzarmi contro il cane, ridendo quando io scappavo piangendo disperata, fino a quando un bel giorno mio padre la prese per le orecchie dandogli letteralmente una strigliata, da allora non fece più nulla se non guardami in cagnesco tutte le volte che mi vedeva.
    Ora io mi dico: ma che ci posso fare se non ho la passione per gli animali, mi devo ammazzare? A parte che credo di rispettare più io gli animali di quelli che dicono di amarli, e poi tengono conigli nella gabbietta, cani grossi su balconi piccolissimi o chiusi in casa tutto il giorno perché loro vanno a lavorare ( e i poveri cani guaiscono tutto il giorno che strappano davvero il cuore, oltre che infastidire i vicini…), pitoni o animali esotici in appartamenti, e che magari comprano il cucciolo perché carino e tenero, e poi alla prima difficoltà o alla prima vacanza lo abbandonano in strada, rendendolo oltretutto un pericolo per gli automobilisti, visto che il povero animale stanco, ferito, assetato e disorientato vaga per le strade senza controllo sbucando all’improvviso sulla rotta degli automobilisti, che spesso per evitarlo vanno fuori strada. Io almeno ammetto il mio limite, ammetto che la responsabilità di curare un animale che ti lega-visto che se devi partire spesso non sai dove metterlo, oppure lo devi portare fuori tutte le volte a fare pipì anche quando piove a dirotto o con qualsiasi tempo- per me è troppo grossa, io non ce la farei di sicuro,mi stuferebbe subito.Ammettendo il mio limite non faccio false ipocrisie ed evito di farmi carico di un essere vivente che,nel momento in cui entra in una casa, ha tutti i dritti di essere trattato come tale, osservando anche le sue esigenze e tenendone conto( sento molti dire”vabbè, tanto è un cane…”:ma guardati te, che sei più bestia di lui!).
    Oltre a ciò c’è spesso il problema igiene: il più comune e sotto gli occhi di tutti è quello della cacca dei cani per le strade. Ogni volta che ci si lamenta c’è sempre l’animalnazista che insorge sdegnato: “e allora?!non è colpa dei cani poverini, se gli scappa!!”.E’ vero, testina di vitello, non è certo colpa del povero cane se il padrone cretino non si arma di paletta e sacchetto e lascia lì il “prodotto”(ma a casa sua farà così?!); non per questo però devo per forza dire “che bello!”quando vedo una cacca sul marciapiede!E perchè quando vadoa casa di qualcuno che ha il cane spesso devo essere costretta a farmi sbausciare dal cane che mi lecca gambe e piedi anche se mi fa schifo, e se lo faccio notare mi fanno passare per una "sinforosa"?

    che ne pensate di questo tipo di persone?rientrate nella categoria?
    Beh non condivido gli atteggiamenti da te descritti...
    Comunque, se è vero che sono esagerati, anche farli passare per nazisti è esagerato...non mi pare che tali animalisti uccidano qualcuno...
    Se proprio vogliamo chiamare nazista qualcuno chiamiamoci chi è crudele verso gli animali...

    Ad esempio quei bastardi che hanno commesso il fatto di cui si parla in quest'articolo che ora copio...

    LA TIRBUNA DI TREVISO
    6 SETTEMBRE 2008


    Meticcio impallinato per vendetta: scatta la denuncia


    MONTEBELLUNA (TV). Impallinato brutalmente, tanto da dover essere sottoposto ad un intervento chirurgico per salvargli la vita. Vittima un meticcio di 6 anni che si è preso un pallino nell’intestino. E non per errore. «Chi gli ha sparato - spiega il veterinario Marino Parolin - lo ha fatto da molto vicino perchè il pallino non presenta alcuna deformazione. Non è stato colpito per caso». Recuperato il pallino, ieri sera è stato consegnato, assieme alla denuncia, ai carabinieri di Montebelluna. Il proprietario del cane, Christian Robazza, ha infatti presentato denuncia penale contro il feritore del suo meticcio. «Gli hanno sparato nella zona tra Busta e Altivole - Robazza - E’ stato un gesto inqualificabile e spero che i carabinieri riescano a identificare il responsabile del ferimento del mio cane». L’altra notte è toccato ad un meticcio, ma sono sempre più gli animali vittime della crudeltà umana. «Sono sempre più frequenti gli episodi di cani e gatti avvelenati o ai quali si spara - spiega il veterinario - Ormai ne arrivano quasi ogni giorno. Il ferimento di quel cane è stato sicuramente volontario e c’era la volontà di ammazzarlo». La bestiola è arrivata allo studio veterinario in condizioni molto precarie. «Quel pallino l’aveva ridotto proprio male, tanto che gli ho dovuto togliere ben 15 centimetri di intestino perchè era stato perforato in più punti» chiarisce il medico. Qualcuno quindi ha fatto il tiro a segno contro il meticcio di 6 anni nella campagna di Busta. Il cane, comunque, dovrebbe cavarsela. (e.f.)


    tanto per cambiare, cacciatori...sparano senza pietà pure ai cani...e poi c'è chi si ostina a crdere che rispettino i cani...si, come no...nel mondo delle favole...

Pagina 1 di 47 12311 »

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •